fbpx

Il Mombracco

Storia e cultura, sport e mistero si intrecciano sui sentieri della “Montagna di Leonardo”

Il Monte Bracco si trova tra la valle Po, la valle Infernotto e la pianura cuneese ed è accessibile dai sei comuni che lo circondano: Barge, Envie, Paesana, Revello, Rifreddo e Sanfront. Montagna di media altezza, raggiunge la sua massima quota, 1.307 m. di altitudine, con la Croce di Envie. Ciò che la rende così particolare è la ricchezza di paesaggi molto diversi e che si intrecciano fra loro: si alternano infatti zone più montane con altre per lo più piane, aree verdeggianti e boschive con placche isolate e rocciose, luoghi di culto religioso e altri che conservano memoria della storia pagana. La collocazione strategica fa del Mombracco meta facilmente raggiungibile tanto da Pinerolo quanto da Saluzzo, ma soltanto una volta imboccati i suoi sentieri ci si renderà conto dei panorami che la montagna è in grado di offrire: tra scorci mozzafiato sul Monviso e aperture sulla pianura, si possono scoprire antiche borgate, monasteri, incisioni rupestri, memorie di una civiltà rurale che si racconta nel legno e nella pietra.

Già più di cinquecento anni fa aveva catturato l’attenzione di Leonardo da Vinci, che la citò in un suo trattato decantandone le proprietà della pietra di cui è composta, la quarzite, definendola bianca e senza macchie come il marmo di Carrara e dura come il porfido. Frequentata oggi come meta turistico-escursionistica, si tratta di un luogo alternativo alle alte quote, raggiungibile da tutti e pieno di vedute mozzafiato da scoprire, ricco di offerte per ogni tipo di visitatore. Il massiccio è rifugio invernale per numerosi escursionisti e scalatori, grazie al clima mite e all’ottimale esposizione dei suoi sentieri. Per i bikers, rappresenta una risorsa da vivere praticamente dodici mesi l’anno.

Oltre a molteplici percorsi dedicati agli sport più svariati, il Mombracco offre però anche siti da visitare per esplorare il mondo animale e vegetale e per riconoscere i segni dell’uomo sul territorio.