fbpx

Outdoor: le proposte del Mombracco

 
Da vivere e fotografare

Per gli sportivi il Mombracco è un’oasi felice grazie agli 11 itinerari ideali per il trekking e la mountain bike, ai 3 anelli tracciati appositamente per i bikers e all’anello del Mombracetto di 6km, dedicato alla pratica del fitwalking cross ma percorribile anche dagli appassionati di trekking e mountain bike. Anche gli appassionati di arrampicata non hanno che l’imbarazzo della scelta: il Mombracco è ricco di falesie accessibili in quasi tutti i periodi dell’anno, sulle quali sono state aperte innumerevoli vie, grazie ad uno stupendo gneiss che attira da sempre gli arrampicatori.Le pareti più note agli appassionati sono quelle del versante Sud, ma la bellezza e la varietà della roccia offrono zone di scalata molto apprezzate anche sugli altri versanti. Non solo climbing: con i suoi 11 blocchi e gli oltre 90 passaggi, il Mombracco è un vero e proprio paradiso anche per i boulder. Non solo sport, infine: percorrere le vie sportive ed escursionistiche del Mombracco può essere anche una straordinaria opportunità per scattare fotografie di paesaggio, panorami o ritratti di escursionisti e di sportivi intenti nelle loro attività.

L’anello escursionistico La Montagna di Leonardo
Questo percorso ad anello compie il giro del Mombracco a una quota che varia dai seicento ai mille metri. Il dislivello positivo (1.100m) e la durata (8 ore) lo rendono percorribile in giornata dagli escursionisti più allenati e in due giorni per chi lo affronta con un’andatura meno serrata. La partenza e l’arrivo sono alla Trappa (923m); il percorso permette di assaporare una grande varietà di panorami e di paesaggi e di toccare alcuni dei punti più suggestivi del Mombracco come Rocca la Casna, Comba Reinaudo, Meire Motetto, antico nucleo abitativo in pietra ora abbandonato e la chiesetta di San Bernardo, situata sul confine tra i comuni di Rifreddo, Revello e Envie e la palestra di arrampicata di Roca Bert.

In escursione alle croci del Mombracco
Le tre croci di Envie, Rifreddo e Sanfront sono raggiungibili con un’unica escursione con partenza dal rifugio-ristorante Miravidi di Sanfront e un dislivello positivo di circa 900m. Si percorre una bella mulattiera lastricata in direzione di Meire Motetto che passa in saliscendi tra castagneti ben tenuti e muri a secco che delimitano il sentiero e sorreggono i numerosi terrazzamenti. A Meire Motetto si abbandona la mulattiera e la salita si fa più impegnativa, per la pendenza e per alcuni passaggi su roccia (perlopiù protetti da catene), finché si giunge alla croce di Rifreddo. Da qui si prosegue su un bel sentiero dapprima in leggera discesa e poi in ascesa verso le grange sovrastanti il rifugio Mulatero per scendere poi dolcemente alla carrareccia che conduce alla croce di Envie e alla punta punta più elevata del Mombracco (1.307m). Si fa ritorno al rifugio Mulatero e da qui alla vicina croce di Sanfront.